Carte di credito Revolving

La carta revolving oltre ad avere le stesse potenzialità di una carta a saldo, discount dà la possibilità al possessore di accedere ad una linea di credito*riconosciuta dall’ istituto emittente con durata indeterminata, no rx ovvero un deposito ove l’utilizzatore ne ha l’utilizzabilità.

Questo deposito viene concesso dal possessore della carta in base alla propria capacità di rimborso o affidabilità creditizia; a mezzo la carta revolving, grazie a questa linea di credito concesso, si possono effettuare acquisti nei esercizi commerciali che aderiscono al circuiti internazionali esistenti, quali (VISA, MASTERCARD, AMERICAN EXPRESS, DINERS, ecc.), è possibile inoltre prelevare direttamente del denaro nei sportelli automatici bancari conosciuti come ATM. Nelle modalità stabilite contrattualmente, durante l’operazione di rimborso della carta, è possibile continuare nell’utilizzo della carta sempre nei limiti della capacità o affidabilità creditizia del cliente.

La restituzione della somma avviene di solito con addebito diretto sul conto corrente, la rata minima di importo pattuita al momento della sottoscrizione del servizio, può incrementare a richiesta del cliente, è previsto inoltre saldare anticipatamente l’intera somma utilizzata. Gli interessi vengono calcolati solo sulla base dell’importo erogato o utilizzato e calcolati su base mensile.

L’ente finanziatore o emittente della carta revolving può richiedere al possessore una quota annua di sottoscrizione come avviene la maggior parte delle volte con i bancomat.

*(Linea di credito è la somma che eroga l’istituto finanziatore in prestito al soggetto richiedente, il quale rimborsa il dovuto secondo le modalità e tempi previsti dal contratto)

**(Affidabilità creditizia è la reputazione finanziaria del soggetto richiedente di un prestito, essa è determinata dal reddito del soggetto, dal livello di indebitamento del momento che si richiede un prestito, e dalla sua buona condotta passata di onorare i debiti intrapresi)