Revisione e Calcolo Del Piano di Ammortamento dopo la Variazione del Tasso

Il più comune piano di ammortamento utilizzato nei finanziamenti è quello a rata costante detto piano di ammortamento francese.

Questa modalità di rimborso prevede che vengano pagate rate di ugual importo per tutta la durata del finanziamento. La comprensione di esso è abbastanza semplice se ad esso viene applicato un tasso fisso e questo rimane invariato per tutta la durata del mutuo.

Tuttavia è possibile, physiotherapist in vista dei nuovi contratti di mutuo sempre più flessibili, side effects che venga prevista la rinegoziazione del tasso o comunque che il tasso iniziale applicato al
piano di ammortamento francese
subisca delle variazioni sporadiche o periodiche, viagra sale o semplicemente si sceglie di applicare un tasso variabile al piano di ammortamento francese.

In questi casi gli istituti di credito dovranno calcolare il piano di ammortamento
sulla base dei nuovi tassi da applicare. O almeno questo è il comportamento che ci si aspetta ma come approfondiremo le banche possono optare tra due soluzioni la prima quella già accennata e più intuitiva che è l’abbandono del vecchio piano di ammortamento a favore del ricalcolo di uno nuovo che tenga conto del debito residuo del nuovo tasso di interesse e del periodo restante, mentre l’altro mantiene il piano di ammortamento inizialmente stabilito
mantenendo la quota capitale da rimborsare stabilita da questo per tutte le rate rimanenti mentre si perde la costanza dell’importo della rata.

Nel caso in cui la banca scelga di ricalcolare il piano di ammortamento, al momento della variazione del tasso verrà calcolato sulla base del debito residuo e della durata un nuovo piano di ammortamento con l’applicazione del nuovo tasso.

Resteranno dunque invariati rispetto al piano di ammortamento originario debito residuo e durata del finanziamento mentre cambierà l’importo delle rate e la loro composizione quota capitale ed interesse rispetto al piano di ammortamento originario mentre l’importo delle singole rate nuovamente calcolate rimarrà comunque costante.

Nell’esempio sottostante riportiamo un piano di ammortamento francese su un mutuo decennale di 120.000 euro con l’applicazione di un tasso fisso del 4,3% e rate semestrali:

NR Rata Impor. Rata Quota Inter. Quota Cap. Cap. Res. Inter. Res.
1° Rata €7.445 €2.580 €4.865 €115.134 €26.329
2° Rata €7.445 €2.475 €4.970 €110.164 €23.853
3° Rata €7.445 €23.684 €5.076 €105.087 €21.485
4° Rata €7.445 €2.259 €5.186 €99.901 €19.226
5° Rata €7.445 €2.147 €5.297 €94.603 €17.078
6° Rata €7.445 €2.033 €5.411 €89.192 €15.044
7° Rata €7.445 €1.917 €5.527 €83.664 €13.126
8° Rata €7.445 €1.798 €5.646 €78.017 €11.327
9° Rata €7.445 €1.677 €5.768 €72.249 €9.650
10° Rata €7.445 €1.553 €5.892 €66.357 €8.096
11° Rata €7.445 €1.426 €6.018 €60.338 €6.670
12° Rata €7.445 €1.297 €6.148 €54.190 €5.373
13° Rata €7.445 €1.165 €6.280 €47.910 €4.207
14° Rata €7.445 €1.030 €6.415 €41.494 €3.177
15° Rata €7.445 €892 €6.553 €34.941 €2.285
16° Rata €7.445 €751 €6.694 €28.247 €1.534
17° Rata €7.445 €607 €6.838 €21.409 €927
18° Rata €7.445 €460 €6.985 €14.424 €466
19° Rata €7.445 €310 €7.135 €7.288 €156
20° Rata €7.445 €156 €7.288 €0,00 €0,00

Si suppone che al 6° anno il tasso di interesse subisca una variazione passando al 4,5%. Verrà dunque calcolato un nuovo piano di ammortamento su € 54.190,73 che è il debito residuo alla dodicesima rata semestrale, al tasso del 4,5% per i restanti 4 anni.

Ecco cosa accade alle rate degl’ultimi 4 anni dopo il calcolo del nuovo piano di ammortamento con il nuovo tasso di interesse:

NR Rata Impor. Rata Quota Inter. Quota Cap. Cap. Res. Inter. Res.
€54.190 €5.629
1° Rata €7.477 €1.219 €6.258 €47.932 €4.409
2° Rata €7.477 €1.078 €6.399 €41.533 €3.331
3° Rata €7.477 €934 €6.542 €34.990 €2.396
4° Rata €7.477 €787 €6.690 €28.300 €1.609
5° Rata €7.477 €636 €6.840 €21.459 €972
6° Rata €7.477 €482 €6.994 €14.464 €490
7° Rata €7.477 €325 €7.152 €7.312 €164
8° Rata €7.477 €164 €7.312 €-0,00 €-0,00

Le ultime 8 rate sono passate da 7445 a 7477 si noti anche come è cambiata la loro composizione quota interessi e quota capitale.
L’applicazione di questo metodo è abbastanza semplice e risulta trasparente e comprensibile per il cliente che saprà a priori la composizione del suo debito residuo e quanto dovrà pagare sempre che non si verifichi un’ulteriore variazione dei tassi.

Tuttavia il metodo preferito dalle banche è quello di mantenere il piano di ammortamento originario soprattutto se i tassi possono subire più di una variazione
durante la durata del finanziamento e dunque ricalcolare ogni volta un nuovo piano di ammortamento non sembra più nemmeno tanto comprensibile per il cliente.

Mantenere il piano di ammortamento iniziale però comporta la perdita della costanza dell’importo delle rate. Difatti in seguito alla variazione del tasso di interesse l’importo della rata da rimborsare cambierà ad ogni scadenza creando conseguentemente
confusione per il cliente che saprà quando dovrà cambiare alla scadenza della singola rata. Tale incostanza si avrà anche successivamente alla variazione del tasso di interesse, vale a dire gl’importi delle rate diminuiranno o cresceranno anche se il tasso non verrà ulteriormente ritoccato.

Tuttavia il cliente saprà indipendentemente dalle variazioni di tasso che possono avvenire durante il periodo di ammortamento qual è ad ogni scadenza il suo capitale residuo e la quota interesse da rimborsare ad ogni scadenza.

Mantenendo infatti il piano di ammortamento originario la quota capitale di ogni singola rata rimane quella originariamente calcolata a variare è la quota interesse che determina la variazione dell’importo della rata.
Il cliente conoscerà ad ogni rata quanto gli potrebbe costare l’estinzione anticipata del debito.

Riprendendo il nostro esempio ecco cosa accade alla scadenza delle ultime 8 rate:

NR Rata Impor. Rata Quota Inter. Quota Cap. Cap. Res. Inter. Res.
€54.190 €5.622
1° Rata €7.499 €1.219 €6.280 €47.910 €4.403
2° Rata €7.493 €1.077 €6.415 €41.494 €3.325
3° Rata €7.486 €933 €6.553 €34.941 €2.392
4° Rata €7.480 €786 €6.694 €28.247 €1.605
5° Rata €7.473 €635 €6.838 €21.409 €970
6° Rata €7.466 €481 €6.985 €14.424 €488
7° Rata €7.459 €324 €7.135 €7.288 €164
8° Rata €452 €164 €7.288 €0,00 €-0,00

ARGOMENTI CORRELATI:

 Calcola Preventivo mutuo a tasso fisso