Consolidamento Ipoteca Mutuo

Consolidamento ipoteca: salvaguardare la garanzia anche in caso di fallimento del cliente.

Art. 39 del Testo Unico Bancario stabilisce che le ipoteche iscritte quale a garanzia dei prestiti e mutui non possono essere assoggettate a revocatoria fallimentare quando sono iscritte 10 giorni prima dalla pubblicazione di sentenza di fallimento.

Visto questo articolo, advice le banche ed istituti autorizzati ad erogare credito, si tutelano dai loro clienti che possono fallire. Di fatti la legge in tema di fallimento, prevede la revocatoria fallimentare, che consiste nel dare la possibilità al curatore fallimentare di avere indietro immobili già venduti.

In caso di fallimento, i creditori possono invocare questo privilegio, che si impone anche su immobili su cui è stata iscritta ipoteca da poco tempo, salvo nei casi di credito fondiario.

Vista la presenza di questo privilegio, le banche si tutelano dai eventuali clienti potenzialmente fallibili, erogando il denaro solo dopo trascorsi 10 giorni , dall’avvenuta iscrizione di ipoteca, dando vita al consolidamento ipoteca.

ARGOMENTI CORRELATI:

 Preventivo mutuo per consolidamento
 Garanzie: ipoteca e fideiussione
 Ipoteca: garanzia reale
 Cancellazione ipoteca
 Fideiussione immobili