Mutuo per Protestati e Cattivi Pagatori

A volte capita di vedere pubblicità che promettono mutui a protestati o a cattivi pagatori, here vediamo in merito come comportarsi:

L’istituto erogatore, ailment a seguito di una domanda di mutuo, esegue tutte le verifiche previste dalla legge, per accertare l’ affidabilità creditizia del soggetto o aspirante mutuatario. Vengono consultate le Centrali Rischi Finanziari dove è possibile reperire informazioni riguardanti la presenza di eventuali protesti a carico del richiedente . Tra i motivi di segnalazione alla centrali Rischi (Crif o Sic) ci sono ad esempio il procrastinato pagamento di rate di un prestito o il mancato rispetto delle condizioni contrattuali di un precedente finanziamento (cattivi pagatori).

Lo stato di protestato (emissione di assegni scoperti o cambiali non rimborsate) rappresenta uno scoglio insormontabile; ad oggi nessun istituto autorizzato ad erogare credito concede un mutuo a chi si ritrova nella condizione di protestato, tuttavia esiste solo una soluzione a tal problema ed è rappresentato dal ristabilire la condotta finanziaria con il pagamento e risanamento degli eventuali debiti occorsi. Trascorso un anno dal risanamento della condizione creditizia è possibile fare richiesta della cancellazione del protesto e susseguente riabilitazione.

ARGOMENTI CORRELATI:

 Prova a richiedere un preventivo mutuo se sei protestato
 tipologie di mutui
 mutui a giovani coppie
 mutui atipici per lavoratori precari
 mutui bancari
 mutui casa a tasso fisso
 mutui prima casa a tasso fisso
 mutui 40 anni
 mutui liquidità e sostituzione
 mutuo 100%
 mutuo rata costante, durata variabile
 mutuo a rimborso libero