Calcolo del Tasso Fisso nei Mutui

Con il mutuo a tasso fisso il tasso di interesse applicato è quello determinato alla stipula del contratto e rimarrà lo stesso per tutta la durata del mutuo. Il mutuatario già al momento della stipula del contratto saprà sulla base del piano d’ammortamento, viagra 40mg l’ammontare delle singole rate e la durata del mutuo.

Il tasso che verrà applicato al mutuo sarà composto dalla somma tra il tasso di riferimento per i finanziamenti a tasso fisso più lo spread, visit this questa è l’operazione
per il calcolo del tasso fisso.

Il tasso di riferimento che viene utilizzato nei mutui a tasso fisso è l’EURIRS
( Euro Interest Rate Swap). L’EURIRS rappresenta la media ponderata delle quotazioni alla quale gli istituti finanziari operanti nell’Unione Monetaria Europea realizzano l’Interest Rate Swap. l’Eurirs aumenta con l’aumentare della durata del mutuo, quindi più alta sarà la durata del mutuo più alto sarà il tasso di interesse ad esso applicato. Questo perché ad una durata maggiore viene associato un maggior rischio a cui la banca si espone e che va pertanto remunerato.

Il guadagno principale che riceverà l’istituto erogatore del mutuo è dato dallo
spread che mediamente si aggira tra l’1% e il 3%.

Riassumendo il tasso di interesse (TAN) è dato dall’Eurirs + lo Spread, poiché l’EURIRS è un tasso di riferimento valido per tutte le banche, la differenza da un tasso di interesse e l’altro è dato dallo SPREAD, sarà quindi soprattutto questo ultimo a dover essere confrontato. Minore è lo Spread minore sarà il tasso di interesse.

Su InRosso.com potrai trovare i tassi Eurirs aggiornati e gli andamenti grafici dal 2001.

L’accensione di un mutuo a tasso fisso è ideale per chi è avverso al rischio e vuole conoscere prima della stipula del contratto gli importi delle rate del mutuo e l’ammontare complessivo del debito. Sarà inoltre consigliato il mutuo a tasso fisso qualora si preveda una crescita dell’inflazione che si traduce in un aumento del costo del denaro.

Si consiglia di optare sul tasso fisso quando il suo valore è vicinissimo a quello del tasso variabile, quando si vuole pagare una rata fissa per tutta la durata del finanziamento, quando si prevede un rialzo dei tassi nel prossimo futuro.

Ci sono anche degli svantaggi per chi opta per questo tipo di tasso: di norma il tasso fisso è più elevato rispetto al tasso variabile; se i tassi di mercato di riferimento cambiano e subiscono una riduzione purtroppo le rate del mutuo non scendono.

ARGOMENTI CORRELATI:

 Calcola Preventivo mutuo a tasso fisso
 tipi di tassi di interresse mutui
 mutui a tasso variabile
 mutui a tasso misto
 mutuo cap o tetto massimo
 mutuo a rata crescente
 mutuo a rata costante e durata variabile
 mutuo a tasso rinegoziabile
 mutuo con rata crescente a tasso fisso