Effetti dei Vincoli della Polizza di Assicurazione Mutuo

Abbiamo già trattato nei precedenti articoli le varie tipologie di polizze che la banca pretende che vengano stipulate al fine di concedere il mutuo.

Tali sottoscrizioni di polizze vengono richieste dall’istituto di credito per tutelare l’integrità dell’immobile e quindi il suo valore (polizza sul fabbricato) o per assicurare la capacità di produrre reddito dei mutuatari (polizza vita e polizza sulla perdita del lavoro).
In tutti questi casi la banca pretenderà che i contratti assicurativi contengano una condizione di vincolo a proprio favore.
Questa condizione avrà effetti diversi a secondo della tipologia di polizza assicurativa.

Per quanto riguarda la polizza incendio la presenza di tale vincolo può comportare la comunicazione immediata alla banca da parte della compagnia di assicurazione del mancato pagamento del premio annuo. Al fine di evitare la mancata copertura dell’immobile dal rischio incendi, la banca si farà carico del pagamento del premio con addebito al contraente. In molti gli istituti di credito per evitare situazioni di questo tipo richiedono il pagamento anticipato di tutti i premi, vale a dire pagamento in unica soluzione, anche se tale esborso può essere aggiunto all’importo nel mutuo richiesto, sarà soggetto ad interessi e quindi avrà il suo costo.

Nel caso si dovesse verificare l’evento negativo oggetto dell’assicurazione vale a dire un incendio con danni consistenti all’immobile la banca verrà contattata dalla compagnia di assicurazione. La banca non condiziona l’importo dell’indennizzo ma potrà pretendere che questo venga usato per l’estinzione del mutuo o potrà autorizzare l’indennizzo se il cliente dimostrerà di aver apportato le dovute riparazioni all’immobile. Se invece i danni riportati all’immobile sono di lieve entità e non incidono sul valore dell’immobile l’istituto di credito acconsentirà all’esborso dell’indennizzo.

Nella polizza vitaal verificarsi dell’evento assicurato che si traduce in morte dell’assicurato od invalidità permanente, la presenza di un’appendice di vincolo comporta l’esborso dell’indennizzo direttamente all’istituto di credito a riduzione del debito residuo od estinzione. Se la somma erogata dalla Compagnia di assicurazione eccede il debito residuo questa spetterà al contraente in caso di invalidità o beneficiari/eredi in caso di decesso.

Infine la presenza dell’appendice di vincolo nella polizza perdita dell’impiego o temporanea invalidità comporta che al verificarsi della perdita di lavoro le somme erogate dalla compagnia di assicurazione dovranno essere destinate al pagamento delle rate del mutuo. Anche in questo caso un’eventuale eccedenza spetta al contraente mentre nel caso la somma non dovesse bastare al pagamento completo della rata il debitore dovrà provvedere alla copertura.

ARGOMENTI CORRELATI:

 Preventivo mutuo a bassi costi assicurativi