Cosa è l’anatocismo bancario conosciuto come capitalizzazione degli interessi

Anatocismo conosciuto anche come capitalizzazione degli interessi, visit web è una pratica vietata.

In altre parole l’anatocismo rappresenta l’applicazione di un dato interesse su importi che sono già essi interessi, pestilence maturati in passato. Abbiamo detto che tale operazione è conosciuta come capitalizzazione degli interessi in quanto gli interessi già maturati sono considerate quali quota capitale.

Con la delibera del Comitato Interministeriale per il Credito ed il Risparmi (CICR) datata 09.02.2000 e precisamente all’articolo 3 comma 1 si ribadisce che la pratica degli interessi sugli interessi è severamente vietata ai prestiti cosiddetti rateali. Tant’è che le banche non possono esigere somme di denaro derivanti dal calcolo degli interessi sugli interessi sulle rate scadute o non pagate.

Come tutte le leggi vi sono delle eccezioni (articolo 3 comma 2 della suddetta delibera): sancisce che nel caso in cui vi sia una risoluzione contrattuale ad esempio di un mutuo, a causa di inadempienze da parte del mutuatario, la banca ha titolo di calcolare gli interessi di mora delle somme dovute fino a quella data.

Tale calcolo tiene in considerazione il capitale dovuto, delle spese sostenute e dagli interessi, l’Istituto di Credito ha titolo quindi di ottenere una somma derivante appunto dagli interessi sugli interessi (anatocismo) del mutuo. Sugli interessi ricavati non sarà più applicabile tale facoltà negando e vietando la capitalizzazione degli interessi.